Cantù, c’è la  firma di  Burns  Bel colpo se diventerà italiano
Burns (a destra) e Cournooh, prossimi compagni di squadra a Cantù

Cantù, c’è la firma di Burns

Bel colpo se diventerà italiano

Niente ufficializzazione sino a quando il ct Messina non avrà deciso se portarlo agli Europei.

Christian Charles Burns è un giocatore della Pallacanestro Cantù. Vero, manca ancora l’ufficialità, ma la firma no. Quella c’è.

Ma perché allora le parti ancora non ufficializzano l’accordo? Sembra, il condizionale è sempre d’obbligo anche se è pressoché certo, che lo si faccia per non condizionare Ettore Messina. E che c’entra, si dirà, il commissario tecnico della Nazionale italiana che alla guida degli azzurri sta preparando gli imminenti campionati europei in Israele? C’entra perché né il procuratore dell’atleta né tantomeno la società brianzola intendono in alcun modo condizionare la sua scelta riguardo i 12 elementi che saranno selezionati per la prossima rassegna continentale.

Perché la faccenda relativa a Burns avrà la sua bella rilevanza a seconda appunto della decisione del ct azzurro. Il 31enne nativo di Trenton, New Jersey, è infatti uno statunitense che ha ottenuto la cittadinanza italiana per matrimonio, ma soltanto partecipando agli Europei acquisirebbe di diritto lo status di italiano di formazione. Quello, per intenderci, che gli consentirebbe di giocare da italiano e non più da straniero nel campionato di serie A.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare